Acido salicilico

Acido salicilico: benefici per la pelle

Sostanza naturale dalle mille proprietà benefiche, l'acido salicilico è uno dei principali alleati per la cura di diversi problemi della pelle.

Che cos’è l’acido salicilico

L’acido salicilico è una sostanza presente in natura in molti vegetali ed è estratta dal salice bianco e dalla spirea ulmaria dove si trova in alte concentrazioni. È un ormone vegetale che interviene in molte funzioni vitali delle piante influenzandone processi di crescita e sviluppo. Utilizzato in campo medico per tanti anni, oggi se ne sfruttano anche le sue proprietà benefiche per la pelle in campo cosmetico.


Acido salicilico: le proprietà

Le proprietà dell’acido salicilico sono note da secoli: a partire dall’Ottocento estratti di salicina, glicoside composto da acido salicilico e glucosio, sono stati usati come antinfiammatorio. Un derivato dell’acido salicilico, per esempio, è l’acido acetilsalicilico, meglio noto con il nome di Aspirina.
L’acido salicilico ha quindi proprietà antinfiammatorie, antipiretiche ma anche cheratolitiche. Per questo viene impiegato anche in dermatologia nel trattamento della psoriasi.


Acido salicilico: benefici per la pelle

Sostanza naturale dalle mille qualità e proprietà benefiche, l’acido salicilico rappresenta uno dei principali alleati senza rischi per la cura di diversi problemi della pelle: trattamenti a base di acido salicilico vengono efficacemente e comunemente utilizzati per eliminare verruche, combattere le imperfezioni, ridurre l’acne, rendere antisettici i dentifrici e per conservare più a lungo e in modo sano i cibi.
L’acido salicilico viene molto usato per le sue proprietà batteriostatiche e lenitive: la sostanza penetra velocemente nelle lesioni infiammate attenuando l’infezione e rendendo più rapidi i tempi di guarigione. In commercio esistono prodotti che contengono percentuali adeguatamente calibrate di acido salicilico, in modo tale da sfruttarne tutti gli effetti benefici scongiurando la possibilità di qualsiasi problema di sensibilizzazione legata a un suo uso eccessivo.
Ma per cosa può essere usato l’acido salicilico? Grazie alla sua azione cheratolitica, l’acido salicilico diventa un aiuto dermatologico perfetto perché permette di distaccare le cellule dello strato più esterno della cute, definito “strato corneo”, rimuovendo la cosiddetta pelle morta. Poiché gli strati più profondi del derma non sono cheratinizzati, l’acido non li intacca in quanto interagisce esclusivamente con gli strati di cheratina. Anche i dermatologi professionisti utilizzano l’acido salicilico in concentrazioni ben calibrate per determinare un’esfoliazione degli strati più superficiali della pelle, lasciando affiorare una cute nuova, liscia e levigata. In passato è stato utilizzato anche contro la gotta e contro i reumatismi, ma la sua fascia d’applicazione più attiva ed efficace è senza dubbio quella cutanea.
Per i problemi cutanei, per la comparsa di macchie cutanee gravidiche e per mantenere l’effetto di una pelle levigata e setosa è consigliato un peeling a base di acido salicilico a settimana: il peeling è infatti utile nei casi di pelle impura, con produzione di sebo in eccesso e pori dilatati, in quanto sfrutta gel esfolianti capaci di agire sui punti critici mediante la liberazione dei pori.


Acido salicilico e punti neri

L’acido salicilico per il viso può essere quindi ampiamente utilizzato per trattare molte imperfezioni. Grazie alla sua azione purificante e antibatterica è particolarmente indicato nel trattamento dei punti neri. È per questo motivo che i laboratori Garnier hanno studiato prodotti a base di questo ingrediente, come il gel 3 in 1 Skinactive. Un prodotto che svolge appunto 3 azioni con un unico gesto offrendo risultati dall’efficacia constatata:
-gel detergente contro le impurità
- scrub per punti neri visibilmente ridotti
- maschera per trattare l’eccesso di sebo.
La sua è una combinazione di acido salicilico dalle proprietà antibatteriche e purificanti, estratto di mirtillo e carbone vegetale, per una formula anti-punti neri dall’efficacia provata. I volontari che hanno utilizzato il prodotto durante un test cosmeto-clinico, dopo 4 settimane di utilizzo hanno dichiarato:
- una riduzione di sebo in eccesso per del 96%;
- punti neri visibilmente ridotti per l’87%;
- impurità eliminate per il 96%.


Acido salicilico e brufoli

L’efficacia dell’acido salicilico può essere testata anche in caso di problemi della pelle particolari come la comparsa di brufoli. Grazie alle sue proprietà esfolianti, antibatteriche e rigeneranti, l’acido salicilico aiuta a ridurre i segni di queste imperfezioni lasciando la pelle purificata e uniformata.
Un ottimo prodotto a base di acido salicilico per brufoli è la crema detergente ultra-esfoliante Pure Active di Garnier. Utilizzata quotidianamente, la crema lascia sulla pelle una sensazione di freschezza e purezza, riducendo anche i segni che a volte i brufoli possono lasciare.


Acido salicilico e prodotti

L’acido salicilico è in grado di rompere i legami tra le molecole di cheratina, può quindi eliminare cellule morte rinnovando lo strato corneo. Per questo motivo i prodotti a base di acido salicilico sono particolarmente indicati per favorire il turn over della pelle. Un cosmetico a base di acido salicilico, infatti, promuove il rinnovamento cellulare e favorisce l’assorbimento dei principi attivi dei cosmetici applicati successivamente. Abbinato con una crema idratante, un cosmetico a base di acido salicilico svolge un effetto peeling e dona alla pelle la giusta idratazione ed elasticità.
Per trattare le imperfezioni della pelle, Garnier ha studiato una linea specifica e decisamente innovativa: Pure Active. Si tratta di una gamma di prodotti che assicura un’azione mirata e che aiuta a mantenere la pelle pura e idratata grazie appunto alla presenza di acido salicilico combinato con altri ingredienti come il carbone vegetale e l’estratto di mirtillo.


Acido salicilico consigli e modalità d’uso

L’acido salicilico ha una proprietà rigenerante che gli permette di agire non solo sulle imperfezioni della pelle, ma anche come trattamento anti-età. Punti neri, brufoli e piccole rughe possono essere trattati e levigati grazie all’acido salicilico, lasciando la pelle più liscia e pura.
Nonostante la percentuale di acido salicilico contenuta nei cosmetici sia generalmente bassa, il suo effetto peeling potrebbe rendere la pelle più vulnerabile rispetto agli attacchi degli agenti esterni. È per questo che si sconsiglia l’uso di creme a base di acido salicilico durante l’estate e di evitare l’esposizione diretta al sole. In caso di applicazione di prodotti a base di acido salicilico, il consiglio comunque è quello di utilizzare sempre creme con SPF piuttosto alto, anche d’inverno.
Se invece dovessero comparire rossori o reazioni, meglio sospendere l’applicazione e consultare un medico.
I prodotti Garnier, oltre a essere testati, contengono basse concentrazioni di acido salicilico, per questo possono essere utilizzati quotidianamente. Visita il sito e scopri tutti i cosmetici più adatti alle tue esigenze.

Tutto quello che vuoi sapere su punti neri e come rimuoverli

I PRODOTTI CONSIGLIATI PER TE

Scopri la linea Pure Active