biondo cenere Biondo cenere

Biondo Cenere, la Base della Tinta per Capelli

Scopri come ottenere il biondo cenere e come trasformarlo in base ai tuoi gusti. Gli esperti di Garnier ti guidano passo passo. Leggi per sapere di più!

Biondo Cenere, la Base della Tinta per Capelli

Volete ottenere riflessi naturali e una tonalità biondo cenere? Scopri come ottenere la tua colorazione preferita: Garnier ti guiderà passo passo lungo la trasformazione del tuo biondo cenere.

Biondo cenere, la base della tinta per capelli

Il biondo cenere naturale  è un colore amatissimo poiché diverso, chic, adatto a illuminare viso e carnagione. Sempre più spesso infatti si ricorre a tinte dinamiche, meno piatte del colore unico su tutte le ciocche, alternando radici o ciocche più scure, o inserti di biondo differente. A questo proposito il biondo cenere è uno dei colori più versatili: si può scegliere tra un biondo cenere scuro, una versione più chiara o più o meno uniforme, ma si otterrà sempre un colore assolutamente naturale.

Ma se bionde cenere si nasce e si vuole aggiungere un twist di colore alla propria base, lo si può fare con assoluta spensieratezza. Vediamo le varie possibilità.

Riflessi biondo rame

Se si desidera un cambiamento si può pensare a riflessi biondo rame, rossi e luminosi, più o meno dorati, su una pelle chiarissima.

Biondo fragola

La nuova tendenza è il biondo fragola, nome curioso ma colore assolutamente d’effetto: non significa che i nostri capelli saranno rosa. Si ottiene mescolando una punta di ramato con un biondo.

Biondo classico

I classici biondi sono sempre una sicurezza: biondo miele, biondo caramello, biondo grano sono solo alcune delle tonalità più comuni per chi vuole rimanere bionda.

Biondo platino

Un’altra possibilità, forse la più audace, è il biondo platino: chiaro, chiarissimo, quasi evanescente, che può virare, nelle sue forme ancora più chiare, a un colore bianco argenteo. Impossibile quasi da ottenere con basi scure: nel caso di basi bionde è più raggiungibile. Assicuratevi però di avere le caratteristiche giuste, e di avere pelle chiarissima e tanta pazienza per curare il colore.

Castano

Nel caso siate bionde ma vogliate cambiare completamente, potete pensare a un castano, mentre per i colori più scuri fate più attenzione: se non si nasce castane naturali c’è il rischio concreto che i vostri lineamenti si induriscano troppo dandovi un risultato poco soddisfacente.
Per una colorazione senza ammoniaca, ci si può affidare per esempio alla linea Olia di Garnier, tante nuance di biondo che lasciano i capelli soffici e brillanti.

La gamma Belle Color invece, infusa con olio di germe di grano, offre una crema colorante che protegge i capelli e allo stesso tempo assicura un risultato naturale.