Giovane donna che rimuove maschera nera dal viso

Come Usare la Maschera al Carbone Contro le Impurità

La maschera nera al carbone (detta anche Black Mask) può essere un ottimo alleato contro le imperfezioni. Scopri come utilizzarla.

Come Usare la Maschera al Carbone Contro le Impurità

Arriva dall’Oriente la maschera per punti neri al carbone vegetale: Black Mask è l’ultima novità nella lotta alle impurità e ai punti neri. Grazie al carbone vegetale potrai avere una pelle liscia e pura.

Maschera per punti neri: i benefici del carbone vegetale

Le impurità della pelle rappresentano un vero e proprio scoglio, ma la maschera al carbone può essere un valido alleato.
Le maschere per il viso del resto, piacciono sempre più perché facili da utilizzare e perché permettono agli ingredienti e ai principi attivi che le compongono di penetrare più a fondo nell’epidermide. Diffuse grazie alle donne orientali, in particolare le coreane, ossessivamente interessate alla salute e alla perfezione della pelle, le maschere viso hanno finito per moltiplicarsi, fino a coprire tutti gli ambiti dello skin care, dall’idratazione al colorito, fino alle imperfezioni. Tra queste, la pelle impura, grassa e mista, occupa un posto di rilievo, con il corollario di brufoli e punti neri.
Maschere a base di ingredienti purificanti e assorbenti come l’argilla verde, bianca, rossa e il carbone, tra gli ingredienti che la cosmetica sta scoprendo come essenziali per combattere determinati inestetismi.
Grazie al suo potere purificante e detossinante, infatti, il carbone vegetale, più conosciuto come purificante per stomaco e intestino, viene adesso utilizzato in maschere per i punti neri. Dal colore nero, vengono anche chiamate “black mask”.

Una maschera nera contro i punti neri: parla la dermatologa

Ma qual è il vantaggio di usare una maschera viso contro i punti neri? “La maschera aiuta a disostruire i pori. È anche un’esperienza piacevole che lascia una sensazione di pulizia e di accettazione della pelle - spiega la dermatologa dott.ssa Nina Roos -. La maschera deve essere lasciata in posa per vari minuti, ma va rimossa quando la pelle inizia a tirare. Deve essere sciacquata con cura e si deve applicare un trattamento subito dopo. Consiglio di utilizzare una maschera di pulizia profonda almeno una volta a settimana se possibile”.
Fondamentale, inoltre, detergere bene la pelle: in questo caso, ideale è Pure Active Intensive 3 in 1 Anti-Punti neri, detergente, scrub e maschera insieme che con la sua texture sorprendente di argilla nera, contiene tutto il potere di tre diverse difese anti punti neri. Può essere usato ogni giorno come detergente e scrub delicato e fino a 3 volte a settimana come maschera, dato che è arricchita con argilla al carbone e ingredienti minerali che assorbono il grasso, neutralizzano la lucidità e lisciano la pelle. L’eccesso di sebo è eliminato fin dal primo utilizzo per il 96 per cento delle donne.
Nel caso in cui si debba trattare oltre ai punti neri anche una situazione legata al sebo in eccesso, il consiglio è di utilizzare Garnier Pure Active Intensive Peel Off. La maschera al carbone Peel-Off con carbone e acido salicilico che contrasta la formazione di sebo in eccesso regolarizzando la lucidità della pelle e riducendo i punti neri nella zona T del viso.

Tutto quello che vuoi sapere su punti neri e come rimuoverli