donna con maschera pulizia viso donna con maschera pulizia viso

Maschera argilla bianca: proprietà ed usi per un trattamento veloce

L'argilla bianca vanta numerose proprietà curative: scopri come usarla per una maschera benefica e miracolosa per il tuo viso.

Maschera argilla bianca: proprietà ed usi per un trattamento veloce

L’argilla bianca, come tutte le argille vanta numerose proprietà curative, a partire da quelle detossinanti, antifermentative e antinfiammatorie. L’argilla in natura è una roccia sedimentaria nella quale abbondano silicati idrati e presenta una straordinaria capacità di assorbenza e plasticità. L’argilla bianca è quella più facilmente emulsionabile con l’acqua ed è quella più usata in cosmesi per la preparazione di maschere e impacchi. A contatto con l’acqua l’argilla bianca diventa un composto omogeneo e morbido simile al fango. Gradevole nell’applicazione, una volta essiccata, essendo altamente idrosolubile si può rimuovere con un semplice risciacquo.

Proprietà e indicazioni dell’argilla bianca

Gli impacchi e le maschere a base di argilla bianca agiscono sulla pelle eliminando le cellule morte presenti in superficie ma agiscono anche negli strati più interni del derma trattenendo tossine, batteri e fluidi. Ciò spiega le tante indicazioni dell’argilla bianca, che è adatta per purificare la pelle drenare tessuti con cellulite e ritenzione idrica – ma anche per rivitalizzare e tonificare una pelle atonica e asfittica. Infine, l’argilla bianca possiede proprietà cicatrizzanti e antinfiammatorie e viene impiegata per trattare problemi legati a stati infiammatori cronici e temporanei, come distorsioni, artriti e contusioni.

Le virtù dell’argilla bianca

Insomma, le virtù dell’argilla bianca sono veramente molte e i trattamenti a base di argilla bianca sono ormai una consuetudine presso i centri estetici. Del resto gli impacchi a base di argilla bianca venivano usati già migliaia di anni fa affianco ai preparati da assumere per via orale, anch’essi tutt’ora utilizzati per trattare diverse patologie. Infatti le proprietà assorbenti dell’argilla bianca sono utili anche quando si tratta di intossicazioni alimentari e avvelenamenti, riuscendo a trattenere ed eliminare le sostanze dannose per l’organismo. Vediamo insieme come utilizzare al meglio l’argilla bianca sotto forma di impacchi e maschere, per curare affezioni o anche solo per regalare alla pelle un aspetto più luminoso.

Maschere all’argilla bianca per pelli reattive e sensibili

L’argilla bianca va bene per qualsiasi tipo di pelle, dalla più secca a quella più grassa o impura. Anche se non avete nessun problema specifico una maschera a base di argilla regalerà un aspetto più sano alla vostra pelle – grazie alla presenza di silice, magnesio, ferro, calcio e alluminio – che svolgono una potente azione remineralizzante del tessuto epidermico. Avete bisogno di esfoliare la pelle del viso ma allo stesso tempo avete una cute reattiva e sensibile? Niente di meglio che una maschera a base di argilla bianca da fare una volta a settimana da unire a qualche olio essenziale dall’effetto lenitivo, come quello di camomilla e lavanda. Applicatela sulla pelle pulita, lasciatela agire per almeno 10 minuti e poi risciacquate con acqua tiepida.

Argilla bianca per trattare la pelle impura
Se avete la pelle impura utilizzate l’argilla bianca, che grazie alla sua spiccata azione antinfiammatoria e antibatterica, in abbinamento a qualche altro principio attivo aiuta a disinfettare la pelle restringendo i pori e asciugando le imperfezioni. Un mix interessante è quello tra argilla bianca e zinco che potete trovare all’interno di una maschera viso purificante. Quest’ultimo, oltre ad avere in comune con l’argilla bianca proprietà cicatrizzanti e antisettiche, interviene nella sintesi del collagene, indispensabile nel processo di rigenerazione dei tessuti.

Per trattare la pelle che tende a generare imperfezioni e per una pelle che già presenta questa affezione cutanea, è importante iniziare il prima possibile ad applicare maschere che possano lenire la pelle infiammata e in alcuni casi bloccarne l’insorgenza. Applicate una maschera a base di argilla una volta ogni tre-quattro giorni e risciacquate con una tonico viso astringente. Potrete alternare l’applicazione di una maschera a base di argilla a una che contenga anche sostanze idratanti e lenitive come il miele, che unisce proprietà antibatteriche e nutrienti e protettive.

Consigli per l’utilizzo di maschere all’argilla bianca
L’idratazione dopo aver applicato la maschera è fondamentale, non dimenticatevene! Solo nel caso in cui avete messo la maschera prima di andare a dormire potrete tamponare un tonico lenitivo e coricarvi, senza stendere una lozione idratante. L’argilla è reperibile in farmacia e viene classificata in base alla sua granulosità: fine, grossa o ventilata. Per uso esterno va bene anche l’argilla grossa – ideale per cataplasmi, impacchi per il corpo e pediluvi – e quella fine, adatta per applicazioni sotto forma di maschera per parti del corpo ristrette come il viso. L’argilla ventilata è infine indicata per uso interno da assumere sotto forma di soluzioni da bere.

Per preparare una maschera o un impacco di argilla bianca mescolatela con dell’acqua fino a ottenere un composto denso e cremoso. Tenete in considerazione durante la preparazione anche la consistenza degli altri ingredienti, come oli e creme, che potrebbero modificare la tenuta sul viso della maschera. Oltre a quello che prevede l’abbinamento di oli essenziali e argilla bianca, un mix efficace per trattare la pelle irritata e asfittica è quello che combina questa preziosa roccia all’estratto di una pianta altrettanto miracolosa: l’aloe vera.

Aloe vera e argilla bianca per pelli irritate e atoniche
Per ottenere una maschera per pelle di ogni tipo e trattare quelle irritate e atoniche, mischiate in parti uguali dell’argilla bianca e del gel di aloe vera. Quando avrete ottenuto un composto omogeneo risciacquate con cura e applicate una dose generosa di crema idratante per pelli spente o un gel idratante energizzante, a seconda delle necessità. In alternativa, se vi rimane ancora del gel di aloe, stendetelo sul viso e lasciatelo in posa per una decina di minuti. Il risultato? Una pelle più luminosa, libera di respirare e dal colorito più sano.

 

Prodotti in evidenza