ragazza ragazza

Henné: scopri tutte le sue proprietà

Un viaggio alla scoperta dell' henné. Come si produce, come si applica e tutte le sue proprietà.

Henné: scopri tutte le sue proprietà

La credenza comune riduce l’henné al semplice colore rosso o, nel peggiore dei casi, ad un arancione dovuto a una tinta sbagliata, ma la realtà è ben più complessa e… sorprendente! Quello dell’henné è un mondo che non si riduce alla sola categoria “tinte per capelli naturali”, ma si configura anche come un trattamento.

Il nome scientifico è Lawsonia Inermis, un arbusto spinoso noto anche come henna o henné. Dalle sue foglie essiccate e tritate si ottiene una polvere dall’odore pungente, simile a quello del fieno, dall’intenso colore verde. Ma niente paura: il verde è solo momentaneo, e con le giuste modalità di applicazione il colore caratteristico del capello sarà il noto rosso.

Come si applica?

Le “ricette” sono tante: c’è chi lo attiva con la semplice acqua calda, chi col tè nero, chi ci aggiunge il limone e persino lo yogurt, o chi addirittura lo acquista in erboristeria direttamente in polvere o panetti da dosare e sbriciolare in un secondo momento. Qualunque sia la vostra ricetta, le modalità di applicazione non cambiano da una tinta comune: create una crema, non troppo fluida, né troppo pastosa, separate i capelli in ciocche e applicatelo con le mani (opportunamente protette con dei guanti) o con un pennello. Tenetelo in posa sulla testa ben protetta da una pellicola per almeno 40 minuti: più lo lasciate, più il colore sarà intenso.

Tutte le proprietà dell’henné

L’henné esalta i riflessi naturali del capello, valorizzandoli e conferendo loro il caratteristico riflesso rosso/ramato, ma anche più scuro nel caso dell’henné indigo. La sua azione, però, non si riduce ad una semplice colorazione: l’henné contribuisce a purificare il cuoio capelluto. Ne trarranno vantaggio quindi tutti i tipi di capelli, ma soprattutto quelli grassi, con la tendenza a sporcarsi più facilmente.

Per sua natura, poi, l’henné non penetra nel capello, ma lo avvolge come una guaina naturale svolgendo un’azione protettiva. Ogni lavaggio, poi, tenderà a portare via parte della guaina, fenomeno che identifichiamo con la progressiva perdita del colore: è quindi consigliato ripetere l’applicazione ogni due/tre mesi circa.

Sempre grazie a questa guaina protettiva l’henné rappresenta un trattamento ideale anche per:

  • doppie punte

  • capelli sfibrati

  • capelli opachi

  • capelli bianchi

L’unica accortezza? Scegliere l’henné giusto tenendo conto del colore rosso, ma ricordando anche che esiste un henné neutro che migliora l’aspetto dei capelli, senza colorarli.

Preferisci un rosso “pronto all’uso”? Trova il tuo su Garnier.it!