benefici balsamo capelli balsamo capelli

I benefici del balsamo: 6 consigli pper usarlo al meglio - Garnier

7 consigli per usare il balsamo nel modo più corretto, la frequenza d'uso, le modalità e scegliere il prodotto giusto.

7 consigli per trarre tutti i benefici del balsamo per capelli

Il balsamo per i capelli è un prodotto indispensabile nella beauty routine di tutte le donne, non solo per coloro che possiedono chiome secche o aride, ma anche per quelle che tutti i giorni sono alle prese con radici grasse e punte asfittiche.

Il balsamo serve inoltre a chi ha capelli colorati e tendenti al crespo, poiché aiuta a disciplinare la capigliatura. Tuttavia non sempre questa emulsione cremosa e condizionante viene usata nel migliore dei modi, e non sempre viene scelta nella maniera giusta. Ecco perciò sette consigli tutti per voi per trarre tutti i benefici da un balsamo per capelli.

Scegliete il prodotto adatto ai vostri capelli

Può sembrare banale, ma scegliere il balsamo sbagliato è un errore fin troppo frequente. Certo, le migliaia di proposte del mercato non aiutano e spesso capita quasi di sentirsi confuse! Non fatevi attirare dal colore della confezione o dal profumo del balsamo, ma abbiate sempre in mente le problematiche dei vostri capelli.

Sono secchi ed aridi? Allora scegliete un balsamo crema ricostituente a base di miele. Grassi e tendenti a sporcarsi subito? Optate per un balsamo crema con ingredienti assorbenti del sebo come l’argilla. Ricci o crespi? Valutate un balsamo crema disciplinante a base di burro di karité.

Applicate un olio prima dello shampoo

Questa abitudine vi cambierà la vita. Prima di fare lo shampoo, almeno una volta alla settimana regalate un impacco ai capelli con dell’olio: potete usare anche un comune olio di oliva o di cocco, ma i migliori (ed i più pratici) sono gli oli meravigliosi a base di olio di Argan, utili non solo alle capigliature secche ed inaridite, ma perfette anche per i capelli normali.

Se avete i capelli secchi, però, potrete spruzzare l’olio su tutta la massa capillare una o due ore prima dello shampoo o la doccia (ma va bene anche la sera prima), mentre se avete i capelli grassi o misti, il consiglio è quello di lasciar agire l’olio solo sulle punte.

Assicuratevi che il balsamo agisca abbastanza

Quando fate lo shampoo e poi applicate il balsamo, fatelo nella maniera giusta! Questo significa che non dovete risciacquarlo subito dopo, ma che bisogna lasciarlo agire per qualche minuto, per permettere ai principi attivi di penetrare nel fusto capillare.

L’ideale è spalmare il balsamo con le dita sulle lunghezze, munirsi di pettine o spazzola di legno, districare gli eventuali nodi e quindi aspettare un paio di minuti. Solo a questo punto potrete risciacquare, rigorosamente con acqua fredda, per permettere alle squame capillari di richiudersi ed assicurarvi capelli lucidi e splendenti.

Lasciatene un po’ in più sulle punte

Al momento del risciacquo una dritta furba se temete il crespo e l’effetto statico che si verifica con l’umidità è quella di lasciare un po’ di balsamo sulle punte dei capelli, cosicché quando li asciugate questi restino disciplinati.

Non ci credete e pensate che il giorno dopo vi ritroverete con la chioma unta? Non è così, perché dovrete riservare questa piccola operazione solo alle punte, lasciando intatto il resto della capigliatura.

Concedetevi anche altri trattamenti

Non limitatevi al balsamo per salvaguardare la salute e la bellezza dei vostri capelli, ma utilizzate anche altri trattamenti extra, come lozioni o sieri. Un siero per le doppie punte, ad esempio, può essere utilizzato tranquillamente dopo il balsamo, mentre i capelli deboli e sfibrati possono beneficiare di lozioni rinforzanti, da applicare sia prima che dopo lo shampoo.

Se proprio le vostre chiome non vogliono saperne di essere nutrite e morbide, allora alternate il vostro balsamo preferito con una maschera, per un surplus di idratazione e setosità.

Procedete al brushing con cautela

In generale, ma soprattutto se i vostri capelli sono delicati e si spezzano facilmente, siate caute con il brushing, ed utilizzate la spazzola ed il phon in maniera corretta.

In particolare, il phon non dovrà mai essere troppo caldo né troppo vicino al fusto capillare, e la spazzola sarà meglio sceglierla in setole biologiche e non sintetiche (quando non è possibile reperirne una in legno naturale). Per una protezione ottimale, prima del brushing aiutatevi con un latte termo lisciante, che preserverà il capello dal calore eccessivo.

Asciugate i capelli alternando le temperature

L’ultimo consiglio riguarda la temperatura del phon con cui procederete alla piega. Premesso che il miglior metodo per asciugare i capelli senza rovinarli è quello di tenerli all’aria aperta, nell’impossibilità di farlo (ad esempio nei mesi invernali o se non si dispone di uno spazio all’aperto) ricordate che per non rovinare la capigliatura è buona regola alternare le temperature del phon.

Cominciate con aria tiepida tenendo il phon a circa dieci centimetri dalla testa, poi allontanatelo ed allo stesso tempo aumentate la temperatura. Concludete lo stiliyng con un getto di aria fredda. In questo modo le chiome aride e fragilizzate non correranno il rischio di essere danneggiate ulteriormente e voi avrete capelli splendidi e forti.