Donna incinta Donna incinta

Tinta capelli in gravidanza: quali prodotti usare?

È meglio non fare la tinta in gravidanza o si può? Segui i nostri consigli per tinte senza ammoniaca che possono essere usate durante la gravidanza.

Tinta capelli in gravidanza: quali prodotti usare?

Tempo fa si scatenò in rete una forte polemica perché una nota soubrette aveva osate fare la tinta per capelli in gravidanza. Questo, infatti, rappresenta una sorta di diktat per le donne in attesa: evitare di tingersi i capelli perché la colorazione potrebbe danneggiare il bambino. Ma è davvero così?

styling capelli

In effetti, essendo la maggior parte delle tinture in commercio, professionali e casalinghe, a base di ammoniaca, sarebbe meglio evitare di applicarle sui capelli e in particolare sulle radici per almeno i primi tre mesi, perché i componenti, oltre a essere assorbiti dalla pelle, possono anche essere inalati, l’ammoniaca in particolare. Dopo i tre mesi, è possibile utilizzarle, con le suddette precauzioni. In alternativa si possono utilizzare tinture vegetali prive di sostanze chimiche e l’henné. Oppure tinte senza ammoniaca come Olia, la colorazione attivata dall’olio a base di ODS, il sistema Oil Delivery System. I ricercatori, infatti, hanno osservato che una molecola in associazione con un olio è in grado di massimizzare la decolorazione dei capelli, il che ha permesso di eliminare l’ammoniaca dalla formula. E alle future mamme di poter tingere i capelli senza problemi.

Scopri i nostri prodotti